Machinatio
14,00 €
     
SINTESI
Il testo tratta in modo sistematico, sebbene essenziale e necessariamente mai esaustivo, della storia degli strumenti, dei ritrovati e dei congegni, che hanno accompagnato l’arte del costruire e del restaurare, affrontando un tema poco indagato, se non per episodi, ossia quello afferente alle macchine specificatamente impiegate per l’effettuazione di prove, indagini ed accertamenti sull’edilizia, in termini soprattutto di analisi sperimentale meccanica. La diagnostica strutturale è odiernamente un campo tra i più innovativi della ricerca scientifica e meglio qualificati nella pratica professionale, eppure è una scienza troppo diffusamente ritenuta “contemporanea”, nata insieme alla Scienza delle costruzioni e pressoché ignota al mondo dell’Arte del costruire, in quanto sorta come esigenza di rispondere ad un modo di concepire il costruire non più come equilibrio e tecnica, ma come resistenza e materiali. Falso. Da qui il tentativo di trovare le radici antiche e molteplici delle metodologie, delle pratiche e dei protocolli diagnostici che ancora oggi utilizziamo. Questo modesto lavoro ha infine l’ambizione di contribuire alla narrazione dell’ingegno, della curiosità e della fantasia, che sono, insieme al rigore di merito e di metodo, i tratti salienti del diagnosta sperimentatore di tutti i tempi.
pagine: 204
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4289-2
data pubblicazione: Settembre 2011
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto