Medicina repubblicana
Scelte politiche e benessere del corpo presso lo Studio di Padova fra Cinquecento e Settecento
16,00 €
11,00 €
     
SINTESI
Il presente volume è una monografia che analizza i linguaggi desunti dalla metafora corporale e dal pensiero medico presso lo Studio patavino, volti alla ricostruzione e al raffinamento dell'ideologia repubblicana. Le lettere dei principi per richieste di cure hanno permesso di comprendere la rinomanza internazionale dell'Università di Padova e della Repubblica di Venezia, nonché di indagare il rapporto fra la libertà dei docenti e la regolarità della didattica universitaria. La riflessione sui significati sociali della professione medica è connessa al problema degli utilizzi del corpo. Il dibattito europeo sulla credenza di guarigione dalle scrofole comprende il contributo dei docenti dello Studio (Landi, Falloppia e Acquapendente) sulla credenza della regalità guaritrice. Le tecniche di conservazione del corpo, come i gesti sacri, ma anche le pratiche come l'igiene e la politezza sono comunque espressioni di potere. La stessa istituzione di un protoinsegnamento di igiene (1754) fu un'innovazione importante nel sistema di trasmissione della conoscenza. In definitiva l'idea che spettasse allo Stato repubblicano la gestione politica dello Studio poneva in essere delle trasformazioni nei delicati equilibri sull'autorevolezza della medicina e l'identità dei professori dell'Università di Padova.
pagine: 260
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4286-1
data pubblicazione: Febbraio 2012
editore: Aracne
collana: Il “cannocchiale” dello storico: miti e ideologie | 10
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto