La grandezza di Cecco sconvolge l’Europa
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
In questi sedici saggi l’autore, rifacendosi dalla letteratura italiana delle originie addentrandosi nell’analisi delle opere fondamentali delle letterature europeedell’alto Medioevo fino a sconfinare nella letteratura latina, arriva allaconclusione sconvolgente che un grande e geniale falsario italiano, Cecco Angiolieri,sotto una serie infinita di pseudonimi è il creatore dei testi basilari dellacultura europea. Il libro, senza neanche una nota a piè di pagina, un veroe proprio giallo letterario reale, potrebbe avere risonanza ampia e diventare unodei più importanti del nostro tempo: una fitta schiera di autori, da Dante e Boccaccio,da Paolo Diacono, il Venerabile Beda, Gregorio di Tours e Severino Boeziofino a Tacito, Virgilio, Livio, Cicerone, Cesare, Lucrezio, Catullo, Properzio ePlauto, non saranno più gli stessi, con conseguenze di rilievo per la cultura europeae per quella mondiale. Un’aggiunta dell’ultimo minuto prende in considerazionela paternità dei Carmina Burana e del Cantico dei Cantici
pagine: 272
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4215-1
data pubblicazione: Agosto 2011
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto