Esodo
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
Esperienze e cambiamenti radicali dovrà affrontare Mosè dopo l’amara scoperta di non essere un egiziano, “figlio”, come significa il suo nome, di una principessa di corte. Non sarà facile per lui superare la vergogna e confessare di essere figlio di uno di quei miserabili stranieri, Israeliti, resi servi dal Faraone per le sue opere, che lavorano al fiume in condizioni disumane. Il romanzo, ripercorrendo la narrazione biblica, rilegge la sua vicenda alla luce della domanda ch’egli rivolge un giorno con sdegno ad uno dei figli di Giacobbe: «Perché percuoti tuo fratello?», che mette in movimento tutta la sua storia. Lo porterà lontano quella domanda, fino a dare un fondamento alla loro fraternità in una Legge incancellabile, scritta su tavole di pietra, dono d’un dio giusto, che fa di un gruppo di nomadi, stranieri e servi in Egitto, il suo popolo, quel popolo che ha conosciuto la sua liberazione e la sua giustizia dall’oppressione del Faraone.L’autrice, laureata in Lettere classiche, insegnante di scuola media, oltre ad un’iniziale raccolta di Poesie pasquali e a un dialogo sul processo di Gesù La Sentenza, ha pubblicato i romanzi: Il Fidanzamento, Perdersi nella passione, Mio figlio Davide, L’imprevedibile dell’amore, che, ispirandosi a vicende bibliche, ripropongono interrogativi suscitati da eventi ed esperienze umane fondamentali.
pagine: 184
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-4175-8
data pubblicazione: Luglio 2011
editore: Aracne
collana: Fuoricollana
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto