Progettazione ed evoluzione delle macchine nell’antica Roma
17,00 €
     
SINTESI
La molteplicità di modelli delle ruote idrauliche pervenuteci (Verespatak, Dolauchoti, Rio Tinto e S. Domingo) è dovuta al diverso grado di approssimazione con cui i progettisti hanno impostato il loro progetto o è il risultato di un continuo processo di ottimizzazione? Perché le coclee rinvenute in miniera presentano al massimo tre principi ed una inclinazione di 30° quando Vitruvio imponeva tassativamente otto principi e 36,87°? Sono alcuni dei quesiti cui il presente volume prova a dare una risposta. L’autore inoltre, basandosi sulle conoscenze del tempo, imposta un progetto della ruota idraulica basato sul principio di ottimizzazione dei risultati che riporta senza ombra di dubbio al modello tipo Rio-Tinto che risulta essere fra tutti il più efficiente in assoluto e non ulteriormente migliorabile.
pagine: 256
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4163-5
data pubblicazione: Luglio 2011
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto