Il principio di imparzialità nel diritto comparato
9,00 €
5,4 €
     
SINTESI
Questo attento studio comparato sul tema del principio di imparzialità fa particolare riferimento al diritto comunitario ed internazionale. Previsto dall’art. 97 della Costituzione italiana, suscettibile di molteplici applicazioni in ambito giuridico–economico, viene qui analizzato sotto il profilo amministrativistico e giuslavoristico, privilegiandone una visione come parità di trattamento. L’imparzialità è stata considerata alla luce della natura dell’amministrazione come pars sui generis, titolare di propri interessi, ma tenuta ad agire imparzialmente, studiandone l’atteggiarsi nei vari aspetti della sua attività, in particolare nella funzione amministrativa. Quanto al diritto del lavoro si oscilla tra i temi del lavoro minorile e femminile, con esaustivi riferimenti al diritto straniero. Un lavoro completo ed esauriente, frutto di un’approfondita e scrupolosa opera di ricerca dottrinaria e giurisprudenziale, mirante a fornire al lettore un quadro completo ed esaustivo di una delle tematiche più complesse e discusse del diritto pubblico.
pagine: 128
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4035-5
data pubblicazione: Maggio 2011
editore: Aracne
collana: Casi e ipotesi | 3
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto