Undici film di Carlos Saura, cineasta della memoria
20,00 €
12,00 €
François Géal
Prefazione di Emmanuel Larraz
Traduzione di Claudia Ortenzi
     
SINTESI
Nato nel 1932, Carlos Saura, il più produttivo e costante di tutti i cineasti spagnoli dall’inizio degli anni Sessanta, è paradossalmente uno dei meno noti al pubblico francese contemporaneo. Questo studio cerca di dare un contributo per rimediare a tale ingiustizia attraverso l’analisi di una selezione, proposta in ordine cronologico, di undici tra i film più importanti del regista, da La caza (1965) a Goya en Burdeos (1999). Tutte le opere di Saura ruotano attorno al problema della memoria individuale e collettiva, che il cineasta articola in modo del tutto personale. Inseparabili dal trauma della Guerra Civile, della cui eco sono il prolungamento indefinito, i suoi film, realizzati nel contesto opprimente del franchismo o nel clima più favorevole di una Spagna di nuovo libera, sono il frutto della felice trasposizione di dati psicologici e politici in gesto creativo.
pagine: 408
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-4008-9
data pubblicazione: Maggio 2011
editore: Aracne
collana: Cinema ed estetica cinematografica | 7
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto