Winka Dubbeldam & Archi-Tectonics
Newyorkesi in vetrina
15,00 €
     
SINTESI
Dopo un lungo andare in compagnia di Mumford, Benjamin e altri per le vie di New York passando passages e pensando paesaggi e presagi di forme, scopriamo, tra altre, una poetica “at(o)mo-sferica” – quella di Winka & Archi-Tectonics – che a New York fa vetrina di sé mostrando – ed è tanto – che la dialettica in architettura non è ancora “in stato d’arresto”. La sua recente produzione mostra, appunto, un doppio registro, un colpo d’ala doppio che la vede oscillare tra ambivalenza e polivalenza ma senza ambiguità, tra forme puriste e altre volte espressioniste in un percorso che emoziona, che cresce e si muove tra purismi, elettro-espressionismi e antropo-bio-morfismi, ma sempre pratico e attento alla macchina informatica e ai suoi meccanismi. Arango, Cibani o Vestry e altro ancora sono opere oggi foriere di codici nuovi (armature, surface, interface), “pontiere” d’innesti, trapianti, di sradicamenti, dislocamenti, d’allestimenti e interior designs.
pagine: 140
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3910-6
data pubblicazione: Marzo 2011
editore: Aracne
collana: Esempi di Architettura | 4
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto