Dalla “pazia” di Erasmo alle “figure” di Galileo
Uno sguardo sul lungo Rinascimento
15,00 €
     
SINTESI
La pazzia (follia) in Erasmo, attraverso il Moriae Encomium, costituisce il punto di arrivo di un’indagine, precedente il 1509, che si svolge nel mondo dei mercanti veneziani del secondo Quattrocento. È uno strumento non solo per inventariare la figura del pazzo all’interno di una società, quanto per individuare le possibilità che si presentano per definire una società oppure un ambiente etnogeografico. Si aprono globi, emisferi della conoscenza che raggiungono Galileo e i mondi rappresentati nella cultura del Settecento: sono immagini dai volti diversificati che si aprono a questa forma del libertinismo, alla ricerca galileiana del probabile. Alla base del presente lavoro c’è il desiderio di tracciare un abbozzo di genealogia della pazzia (follia) in Erasmo.
pagine: 276
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3900-7
data pubblicazione: Febbraio 2011
editore: Aracne
collana: Il “cannocchiale” dello storico: miti e ideologie | 7
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto