Ragioni e vincoli
Il potere dialettico del giurista
26,00 €
15,6 €
     
SINTESI
Le ragioni d’azione sono sospese fra una dimensione normativa (le ragioni valide indicano l’azione che è corretto compiere, in base a criteri intersoggettivamente controllabili) e una dimensione causale (la convinzione di avere una ragione valida per compiere una certa azione tende a causarne l’effettivo compimento). Nell’intreccio tra queste due dimensioni si colloca la possibilità di impiegare il discorso pubblico sulle ragioni come strumento di potere, potere dialettico: per ottenere che gli altri compiano un’azione che desideriamo che essi compiano, possiamo tentare di convincerli che vi siano ragioni valide per compierla. Il potere accessibile al giurista è, tipicamente, potere dialettico, esercitato attraverso la comunicazione di ragioni. Ma qual è la peculiare struttura di un simile potere? Quali i requisiti che ne giustificano l’esercizio? Quali le strategie discorsive che ne incrementano l’efficacia?
pagine: 448
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3769-0
data pubblicazione: Gennaio 2011
editore: Aracne
collana: Studi di filosofia analitica del diritto | 8
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto