Le partecipazioni di minoranza nella gestione strategica dell’azienda
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
Le partecipazioni di minoranza rappresentano investimenti di natura finanziaria o possono costituire investimenti in grado di assumere un ruolo rilevante nella gestione strategica dell’azienda? Il lavoro si pone l’obiettivo di rispondere al quesito indagando, all’interno dell’attuale sistema competitivo, le relazioni sottostanti al possesso delle partecipazioni di minoranza. Tale studio richiede preliminarmente un’analisi del sistema delle relazioni tra le aziende nell’ambito dei più ampi processi aggregativi. Partendo dalla distinzione tra relazioni di tipo equity e di tipo non equity, particolare attenzione è stata rivolta a quelle definite “ibride”, che si caratterizzano per la presenza di un legame patrimoniale e per l’assenza del controllo e dell’influenza notevole. Constatata l’esistenza di tali relazioni, vengono analizzate le motivazioni che spingono le aziende ad acquistare e detenere partecipazioni di minoranza. Al riguardo possono assumere particolare rilevanza l’influenza indiretta, le relazioni operative e il capitale relazionale. Il lavoro, infine, si sofferma sull’analisi del valore economico delle partecipazioni di minoranza e sulla rappresentazione dello stesso nell’ambito del bilancio d’esercizio.
pagine: 244
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3758-4
data pubblicazione: Dicembre 2010
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto