La zingara, l’erborista e lo schiavo
L’inquisizione a Maiorca (1583-1625)
13,00 €
7,8 €
     
SINTESI
Il presente studio esamina l’attività del tribunale dell’Inquisizione del regno delle Baleari per un periodo compreso tra il 1583 e il 1625, dedicandosi principalmente ai reati di natura magica. Emerge nel testo uno spaccato di storia sociale, colto attraverso le numerose manifestazioni magiche che animarono la vita dei maiorchini e impegnarono il tribunale dell’Inquisizione. Le gitane, i falsi guaritori, gli indovini: dimensioni e problemi della società isolana si manifestano attraverso l’esame di una delle fonti più ricche della storia moderna, la documentazione dell’attività inquisitoriale, che oltre a illustrare l’attività e il pensiero disciplinante del tribunale stesso, consente di cogliere le tensioni, le paure e le speranze che animavano la società dell’epoca.
pagine: 184
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3461-3
data pubblicazione: Settembre 2010
editore: Aracne
collana: Il “cannocchiale” dello storico: miti e ideologie | 20
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto