Il carteggio tra Beatrice d’Aragona e gli Estensi (1476-1508)
18,00 €
10,8 €
A cura di Enrica Guerra
     
SINTESI
Era il dicembre 1476 quando Beatrice d’Aragona, figlia di Ferrante d’Aragona sovrano del regno di Napoli, raggiunse il regno di Ungheria per unirsi al re Mattia Corvino. In territorio magiaro Beatrice trascorrerà ventiquattro anni della sua vita, parte della quale viene descritta nella corrispondenza che intrattiene con i signori di Ferrara, Modena e Reggio. Questo testo raccoglie proprio le lettere, conservate presso l’Archivio di Stato di Modena nei fondi Carteggio principi esteri e Minutario, che Beatrice invia alla sorella Eleonora, al cognato Ercole I d’Este e ai nipoti Alfonso, Ferrante, Ippolito e Sigismondo, e che questi ultimi scrivono a Beatrice stessa. Enrica Guerra svolge attività di ricerca e insegnamento presso il Dipartimento di Scienze Storiche dell’Università degli Studi di Ferrara. Tra i suoi lavori: Una eterna condanna. La figura del carnefice nella società tardomedievale (FrancoAngeli, Milano 2003); Soggetti a “ribalda fortuna”. Gli uomini dello stato estense nelle guerre dell’Italia quattrocentesca (FrancoAngeli, Milano 2005); Donne medievali. Un percorso storico e metodologico (Nuovecarte, Ferrara 2006). Per Aracne ha curato il volume Voci di donne. La guerra nelle testimonianze femminili, uscito nel 2009.
pagine: 292
formato: 17 x 26
ISBN: 978-88-548-3435-4
data pubblicazione: Luglio 2010
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto