Federico Chabod e la Valle d’Aosta tra Francia e Italia
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
Federico Chabod, valdostano d’origine, uno dei maggiori storici italiani del secolo scorso, ebbe un itinerario di vita segnato dai rapporti tra Italia e Francia. Nel 1943-46, nelle vesti prima di partigiano e poi di politico locale, si adoperò affinché fossero sventati i tentativi della Francia del generale de Gaulle di annettersi la Valle d’Aosta e affinché questa regione ricevesse l’autonomia dal governo italiano. Mentre svolgeva tale attività, egli stava anche componendo il volume delle Premesse alla Storia della politica estera italiana dal 1870 al 1896, che avrebbe poi pubblicato nel 1951. L’opera prendeva le mosse dall’anno della sconfitta francese contro la Prussia, un evento importante anche per gli sviluppi della politica estera italiana in età liberale. L’Italia, da quel momento, cominciò infatti ad allontanarsi dalla Francia e ad avvicinarsi alla Germania di Bismarck e guglielmina, allo Stato della “forza”. Questo libro, dunque, ricostruisce il pensiero e l’azione di Federico Chabod, storico e politico, rispetto alla questione dell’incontro-scontro tra Italia e Francia, le due nazioni “sorelle”. Inoltre allarga lo sguardo a più ampie vicende della politica estera liberale.
pagine: 252
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3420-0
data pubblicazione: Settembre 2010
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto