Dioniso contro il Crocifisso
Uno sguardo sul pensiero politico di Nietzsche
13,00 €
     
SINTESI
Il paradosso odierno potrebbe essere indicato da questa strana contraddizione: dei due contendenti, Dio e Nietzsche, non è morto nessuno. Continuano a vivere e ad essere assai più vicini di quanto ciò possa sembrare ai loro interpreti. L’opposizione tra Dioniso e il Crocifisso rappresenta il maggiore contributo di Nietzsche al pensiero contemporaneo. In questa opposizione il filosofo dell’Anticristo intuisce il baratro che intercorre fra il “paganesimo” antico e la rivelazione cristiana; tra l’universo “sacrale” delle religioni cosmiche e la fede spirituale in un Dio personale; tra un ethos della “fedeltà alla terra” e una concezione finalistica della storia; tra una visione “artistica” dell’esistenza e un “istinto metafisico” che tenta di sopportarne il dolore. Nietzsche è un pensatore anticristiano a tutto tondo. Tuttavia non possiamo dimenticare che il “Dioniso contro il Crocifisso” gli conferisce la dignità del “teologo”, capofila di un “pensiero negativo” il cui esito politico è l’opzione “tragica” della coppia apollineo-dionisiaca o, nell’ultimo Nietzsche, il nichilismo della triade Eterno Ritorno-Volontà di Potenza-Übermensch.
pagine: 200
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-3382-1
data pubblicazione: Settembre 2010
editore: Aracne
collana: Cronogrammi | 3
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto