Match Point, un giallo filosofico
13,00 €
     
SINTESI
Nel film di Woody Allen, uscito nel 2005, confluiscono numerose tematiche letterarie e filosofiche, tramite cui il regista narra con il tono della tragedia le vicende di personaggi le cui scelte vengono dettate alternativamente dal caso e dalla volontà, elevandoli ad esempio di un’epoca di smarrimento valoriale. Procedendo dai richiami espliciti disseminati nel film, si segue il filo di un parallelo con il romanzo Delitto e castigo, insistendo sullo sfondo della filosofia nietzschiana e richiamando analogie di condizione sociale tra personaggi che effettueranno, poi, scelte molto distanti. A partire da questo, Match Point è stato considerato un film estremamente rappresentativo della prospettiva di Allen in merito alla realtà contemporanea, attraverso cui egli ha espresso in maniera magistrale un pensiero disperato tante volte ribadito, legato alle difficoltà dell’esistenza e all’annullamento dell’orizzonte di senso.Antonella Salini è nata a Rieti nel 1984 e si è laureata con il massimo dei voti in Culture per la comunicazione presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi dell’Aquila. È attualmente iscritta alla Scuola Superiore di Giornalismo di Bologna.
pagine: 184
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-3376-0
data pubblicazione: Luglio 2010
editore: Aracne
collana: Cinema ed estetica cinematografica | 5
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto