La riforma della contabilità e della finanza pubblica tra federalismo e sistema dei controlli
20,00 €
12,00 €
     
SINTESI
Nell’incessante susseguirsi di provvedimenti normativi frammentari e di dettaglio sono rari i provvedimenti legislativi di sistema e ancora meno quelli in grado di incidere profondamente sul settore che ne costituisce oggetto, assicurando prospettive di stabilità e certezza giuridica. Ciononostante, nella “tormentata” materia della finanza e contabilità pubblica, più volte interessata a cicliche riforme, sono state adottate, nel corso del 2009, due leggi che si potrebbero definire “epocali” in quanto destinate a influenzare in modo decisivo lo sviluppo dell’intero sistema finanziario pubblico (erariale e locale): la legge 5 maggio 2009, n. 42, attuativa dell’art. 119 della Costituzione e del co­siddetto federalismo fiscale, e la legge 31 dicembre 2009, n. 196, recante la riforma della contabilità e della finanza pubblica. I temi affrontati nel presente volume sono di grande attualità e interesse. Tutti gli autori, grazie all’osservatorio privilegiato delle proprie attività professionali, illustrano le profonde innovazioni che hanno interessato il sistema della finanza pubblica, al fine di assecondare le esigenze di una moderna finanza funzionale che consenta maggiore flessibilità e, nel contempo, eviti un’espansione incontrollata della spesa pubblica. Antonio Felice Uricchio è preside della II Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari e professore ordinario di Diritto tributario. Giuseppe Mongelli è direttore della Ragioneria Territoriale dello Stato di Bari e dirigente del Ministero dell’Economia e delle Finanze.
pagine: 340
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3277-0
data pubblicazione: Giugno 2010
editore: Aracne
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto