Impero, nazione e democrazia nell’opera di James Bryce
15,00 €
9,00 €
     
SINTESI
Con questo lavoro si è cercato di mettere in luce il ruolo cruciale svolto da James Bryce nel quadro della storia della scienza politica moderna e nella mediazione fra la tradizione americana e quella europea. Prima dell’analisi del sistema politico e sociale americano Bryce aveva scritto una grande storia degli imperi, ponendo così le basi di un modello legislativo con il quale regolare gli equilibri politici e diplomatici del mondo occidentale e, ancora, aveva analizzato le istituzioni e la cultura dei popoli orientali. I viaggi in America intrapresi alla ricerca dell’identità perduta degli europei avevano rivelato a Bryce istituzioni e strutture politiche nuove. Presidenziale o parlamentare che sia la forma, per Bryce ogni governo in carica, se vuole rimanere al suo posto, deve persuadere l’elettorato della saggezza della propria politica. Più democratico è il governo, più esso cercherà di assicurarsi il consenso autentico in virtù del suo operato, e più si asterrà dal tentare di manipolare il consenso stesso con gli strumenti della propaganda. Bryce ribadisce, così, che il principio federalistico, con la divisione del potere su base territoriale, venne scelto dai Padri della Costituzione perché preserva la libertà, rendendo difficile, se non impossibile, la concentrazione del potere politico nelle mani di pochi come in quelle di molti. È la capacità degli uomini di rispettare il diritto comune, il pubblico bene e la legge universale che rende la democrazia possibile. Giovanna Scatena, laureata in Lingue e letterature straniere e in Scienze della comunicazione, è giornalista professionista. Collabora con vari quotidiani, italiani e stranieri. È autrice di trasmissioni radiofoniche. Si è interessata all’opera di James Bryce sul quale ha scritto il saggio The American Commonwealth: la democrazia americana nell’opera di James Bryce e, attualmente, sta conducendo una ricerca sul pensiero liberale. Ha pubblicato alcuni scritti sul tema del viaggio nella cultura filosofico-letteraria tra il Settecento e l’Ottocento.
pagine: 224
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3265-7
data pubblicazione: Maggio 2010
editore: Aracne
collana: Cronogrammi | 2
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto