Pitagorici si nasce
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
Al pari degli animali, anche i bambini mostrano già nei primi anni di vita delle predisposizioni per gli stimoli numerici. Inoltre, sembra che alcune tribù indigene, prive di un sistema linguistico specifico per i numeri, riescono a stimare in modo accurato le grandezze numeriche. Questi dati ci obbligano a riconsiderare il ruolo del linguaggio: interviene? Se si quando? Come? A proposito di quale attività? Le intuizioni che provengono dalla scienza cognitiva e i dati forniti dai più recenti sviluppi d’esplorazione tecnologica dell’attività cerebrale in individui sani e in individui menomati, hanno permesso di portare nuove prove all’ipotesi dell’esistenza di un “senso dei numeri”, una facoltà anteriore al linguaggio condivisa universalmente dagli uomini, quale che sia la civiltà in cui vivono, dai bambini e da numerose specie animali.Mario Graziano è borsista post dottorato presso il Dipartimento di Scienze Cognitive dell’Università di Messina, dove si occupa di indagare il rapporto tra linguaggio e cognizione numerica. Precedentemente ha insegnato Neuromarketing presso la facoltà di Scienze della Formazione di Messina e Psicologia cognitiva presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo.
pagine: 156
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3202-2
data pubblicazione: Aprile 2010
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto