Introduzione al danno tanatologico
11,00 €
6,6 €
     
SINTESI
Il volume intende ricostruire criticamente gli strumenti di tutela che, in dimensione sovranazionale, sono riconosciuti a garanzia dei danni di matrice essenzialmente non patrimoniale sofferti dai soggetti cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea, con specifico riferimento al pregiudizio derivante dalla morte di un soggetto. In tal senso viene innanzitutto affrontato il tema della tutela della persona in Europa attraverso l’analisi del ruolo ricoperto dalle istituzioni comunitarie, del modello risarcitorio proprio della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo con sede a Strasburgo e del contributo della Corte di Giustizia Europea con riguardo alla responsabilità extracontrattuale delle istituzioni comunitarie e degli Stati membri per violazione del diritto comunitario. Successivamente si passa all’esame di quelle disposizioni presenti all’interno dei progetti di costruzione di principi comuni relativamente al contesto europeo di tort law. La seconda parte del testo si caratterizza per un excursus comparatistico esclusivamente dedicato al danno tanatologico in relazione a quattro tra i principali ordinamenti comunitari: Italia, Inghilterra, Francia e Spagna, preceduto da una dettagliata disamina delle problematiche di carattere non patrimoniale legate al decesso di un individuo.
pagine: 164
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-3115-5
data pubblicazione: Marzo 2010
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto