Il mondo al microscopio
9,00 €
5,4 €
     
SINTESI
Questo libro costituisce la più recente indagine dei contenuti dell’immaginario poetico barocco di cui, come è noto, la metafora, supremo strumento scenografico, costituisce un mobile e inquieto mezzo di ricerca, capace di percorrere le molteplici strade di un mondo metamorfico e di collegarne le infinite parvenze. Nella serie copiosa di sonetti, canzoni, odi prodotti nella nostra lingua per tutto il corso del Seicento si disegnano alberi, città, campagne, specie animali e oggetti di ogni genere, tutti con il loro nome: una grande novità, questa, in una letteratura contrassegnata dal culto dell’evasività petrarchesca. Anche la figura femminile esce dalla sua fissità metafisica o retorica, si fa mobile, entra nella vita quotidiana e produce o subisce azioni. A questa proliferazione di elementi del vissuto s’accompagna una dilatazione sensoriale impressionante, mentre le psicologie tendono a complicarsi, realtà e fantasia si rincorrono e si scambiano di posto. È naturale che il Parnaso in rivolta tematica subisca anche scrolloni formali non indifferenti, di cui l’autrice dell’opera rende conto nell’analisi delle singole poesie. Alcuni dei testi esaminati, pur non potendosi parlare tuttora, a parte il Marino, della presenza di un grande poeta, rivelano una capacità di straniamento poetico assai raffinata e confermano l’impressione di una civiltà artistica tuttora sottovalutata.Alessandra Leonelli è nata a Chiaravalle (Ancona) nel 1976. Ha fatto studi filosofici e letterari ed è attualmente dottore di ricerca in Italianistica. Questa è la sua prima opera a stampa.
pagine: 120
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-3097-4
data pubblicazione: Febbraio 2010
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto