La violenza che uccide
13,00 €
7,8 €
     
SINTESI
La violenza di chi uccide spaventa e al tempo stesso attrae. Adottando un approccio multidisciplinare gli autori di questo saggio esplorano i percorsi psichici e gli assetti personologici degli individui che presentano condotte distruttive. Il volume tratta anche del binomio tra crimine violento e follia, tracciando le coordinate storiche e teoriche della misura di sicurezza del ricovero in Ospedale Psichiatrico Giudiziario, le innovazioni giurisprudenziali e i tentativi di riforma in materia. Il testo è arricchito con ricostruzioni psicobiografiche di alcuni casi di soggetti internati per reato di omicidio.Angela Giannetto, psicologa di formazione analitica junghiana, è dottore di ricerca presso la Cattedra di Criminologia dell’Università degli Studi di Messina, dove insegna anche al master di Criminologia, e docente a contratto di Psicologia generale presso l’Università degli Studi di Enna “Kore” e di Psicologia sociale presso l’Università degli Studi di Messina.Nunzio Cosentino è dottore di ricerca e cultore della materia in Criminologia presso l’Università degli Studi di Messina, dove insegna anche al master di Criminologia, e docente a contratto di Criminologia presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Ateneo Peloritano.
pagine: 204
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-3096-7
data pubblicazione: Febbraio 2010
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto