Specchi di fumo
10,00 €
6,00 €
     
SINTESI
Oggetto di eccellenti recensioni da parte della critica e finalista del Premio Nacional de Narrativa del 2005, il romanzo, strutturato in 34 capitoli, rievoca lo spirito di Spoon river e Pedro Páramo. Il titolo del libro rimanda ad un’espressione metaforica riferita ai defunti, i quali, nei vari episodi e con diverse strategie narrative, evocano la loro storia e quella di altri, in un cosmo pieno di sfumature che vuole raggiungere la memoria dei lettori come un’esperienza vissuta in comunione con chi traccia quelle storie. Il linguaggio, la cui espressiva originalità e plasticità deriva da un desiderio di rifuggire da espressioni consunte, contribuisce a ricreare un ambiente misterioso ed immaginario della Castiglia, accentuato dall’impiego originalissimo di nomi propri e toponimi che danno un tocco di esotismo all’opera.Traduzione a cura di Giovanni Brandimonte.Moisés Pascual Pozas, nasce a Santibáñez Zarzaguda, provincia di Burgos. Dottore in Filología Hispánica, ha vissuto oltre che in Spagna, in Inghilterra, Senegal, Italia, Stati Uniti, Marocco, Libano, Ungheria e Francia, dove attualmente lavora come professore di Lingua e Letteratura presso la sezione spagnola del liceo internazionale “St Germain en Laye”. Ha pubblicato nel 1991 un libro di racconti, Dulce como el amor, tradotto in francese ed italiano, e cinque romanzi: Los descendientes del musgo, premio letterario Cáceres 1980; El laberinto de los rostros, 1993, che tradotta in italiano risulta finalista del premio Elio Vittorini; El carrusel de la plaza del reloj, premio letterario Gil Albert 1994; Las voces de Candama, 2004, e infine Espejos de humo.
pagine: 144
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2946-6
data pubblicazione: Dicembre 2009
editore: Aracne
collana: Fuoricollana
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto