L’evoluzione della geometria
19,00 €
11,4 €
     
SINTESI
“Non entri chi non conosce la geometria”. Questo motto campeggiava all’entrata dell’Accademia di Platone. Non sono molti coloro che riconoscono la matrice filosofica e l’importanza metodologica della matematica nel contesto didattico e di ricerca odierno, che purtroppo mantiene distante il sapere scientifico da quello umanistico. Eppure gli interrogativi posti dallo studio astratto del mondo sono profondi ed innumerevoli. La geometria è un’invenzione dell’uomo o è una scoperta di una realtà più grande? Come è possibile, infatti, che dal suo apparato deduttivo elementare si producano risultati inattesi e sorprendenti come, ad esempio, il teorema di Pitagora, conosciuto indipendentemente da diverse civiltà? Quali significati rivela tale ricerca? L’opera vuole ripercorrere le tappe salienti della storia della geometria, cercando di cogliere la sua natura, che progressivamente si è allontanata dall’evidenza di un legame con la realtà fenomenica, fino a giungere ad un corpo organico, astratto e coerente. L’analisi concettuale e storica di questa evoluzione, dall’unica geometria di Euclide alle tante geometrie attuali, permetterà di apprezzare un aspetto ineludibile della nostra cultura non solo scientifica.
pagine: 360
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2939-8
data pubblicazione: Dicembre 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto