Storie di nessuno, storie di tutti
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
Il volume affronta l’argomento della marginalità e della devianza nel mondo giovanile visto dalla prospettiva della Pedagogia sociale e di comunità con una riflessione che, partendo da alcuni teorici che hanno offerto preziosi contributi, analizza alcune metodologie educative e di ricerca utilizzate in luoghi di emergenza sociale. Per comprendere la valenza formativa di metodologie che mettono al centro il giovane marginale, sono presi in esame tre progetti in ambito nazionale ed internazionale che valorizzano le storie di vita dei “senza storia”. I tre progetti sono esposti per riflettere ed esaminare sia il mondo dei giovani a rischio di marginalità e devianza, sia le strategie formative possibili per la prevenzione del disagio giovanile. Focus del volume è il processo di recupero identitario, di autostima e di eterostima dei giovani marginali che, attraverso occasioni formative, hanno l’opportunità di diventare parte attiva della loro storia e uscire dai margini della società. I percorsi formativi e di ricerca presi in esame sono: “I giovani di Città del Guatemala”, il progetto “Chance di Napoli” e il progetto “Storievasive”.Caterina Benelli è dottore di ricerca in Metodologia della ricerca pedagogica, assegnista di ricerca e docente a contratto di Pedagogia della marginalità e della devianza presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Firenze. Ha pubblicato Promuovere formazione in carcere. Itinerari di educazione formale e non formale nei “luoghi di confine”, Del Cerro, Tirrenia (Pi) 2008; Philippe Lejeune. Una vita per l’autobiografia, Unicopli, Milano 2006.
pagine: 248
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2901-5
data pubblicazione: Novembre 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto