Il conflitto della modernità
La Grande Guerra in Italia
18,00 €
10,8 €
     
SINTESI
Nel ripercorrere la storia della Prima Guerra Mondiale emergono le caratteristiche riconducibili alla modernità di un conflitto destinato a segnare l'incedere del Novecento. Ci sono aspetti di una guerra frutto dell'industrialismo e del fervente progresso scientifico. La produzione di nuovi armamenti e l'utilizzo degli stessi sui vari fronti europei segnò un'epoca e l'ingresso in una stagione nuova, un'autentica fase di rottura con il passato. Nell'impatto che mitragliatrici, aerei, artiglierie, carri armati e armi chimiche, ad esempio, hanno su eserciti ancora ancorati a tattiche e impronte risorgimentali, si coglie la dimensione della drammaticità del conflitto, che risiede nello scontro tra la modernità dei mezzi bellici ormai a disposizione, frutto del progresso tecnologico, e la limitatezza della dimensione umana. In questo volume i diversi interventi scavano in profondità sugli aspetti più tragici della guerra, cui la storia assegnò l'aggettivo "grande", creando l'inscindibile binomio che resta oggi, nei suoi molteplici aspetti, al centro del dibattito e dell'attenzione di storici italiani e stranieri.
pagine: 284
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-2898-8
data pubblicazione: Novembre 2009
editore: Aracne
collana: Storia contemporanea | 1
SINTESI
INDICE
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto