La conservazione dell’ambiente come diritto della personalità
26,00 €
15,6 €
     
SINTESI
Il crescente interesse dell’opinione pubblica e della comunità scientifica per l’ambiente ha sortito l’effetto di ampliare l’apparato normativo ed amministrativo volto alla sua conservazione, consentendo di tracciare i confini di un “interesse ambientale” che ha acquisito una progressiva autonomia. Uno dei profili che sta emergendo con maggior forza è quello individuale, della protezione dell’ambiente come presupposto per la salute, il benessere psicofisico, la qualità della vita. Tale aspetto ha evidenziato elementi di contiguità dell’ambiente con i diritti fondamentali ed ha posto l’interrogativo se la tutela ambientale costituisca a sua volta un diritto dell’uomo. L’opera, dopo una articolata disamina degli strumenti normativi di protezione ambientale e delle più recenti e significative pronunce della giurisprudenza interna, comunitaria ed internazionale, prende in esame gli aspetti che suggeriscono l’accostamento dell’ambiente ai diritti fondamentali e le ragioni per le quali la sua configurazione come diritto della personalità si presenta tuttora problematica.
pagine: 440
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2825-4
data pubblicazione: Novembre 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto