L’immaginario del sogno nel Decameron
9,00 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
Boccaccio dedica al tema dei sogni ben quattro novelle del Decameron, più una novella della quinta giornata che, pur non essendo formalmente un sogno, si riferisce alla sfera dell’onirico e del soprannaturale. Questo studio si presenta come una meditazione critica su questi testi, volta ad approfondire il tema della visione onirica nel pensiero di Boccaccio e nella cultura medievale, di cui l’opera del Certaldese rappresenta un minuzioso affresco. Monica Balestrero, dopo la laurea in Lingue e letterature straniere e il dottorato di ricerca, ha conseguito il Diplôme Européen d’études médiévales. Si dedica da alcuni anni a studi e ricerche nell’ambito della filologia romanza. Ha pubblicato diversi articoli nei «Quaderni di filologia e lingue romanze» dell’Università di Macerata e i volumi Imitazione e problemi di ricezione. La vicenda dell’Erec et Enide di Chrétien de Troyes (Aracne, 2006), La dieta nel Medioevo italico. Aspetti agronomici, economici e cultural-tradizionali (Aracne, 2006), Il lai di Lanval di Marie de France (Aracne, 2007).
pagine: 100
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-2726-4
data pubblicazione: Giugno 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto