Enti pubblici, organismi pubblici in forma privata, enti privati di rilievo pubblico
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
Gli enti pubblici italiani si sono sviluppati, sino agli anni Ottanta, in funzionale polimorfismo e con notevole varietà di settori e modalità d’azione, sempre connotati dal paradigma della “personalità giuridica pubblica”, tipicamente posseduta dallo Stato. Le novità e le crisi esplose o maturate attorno agli anni Novanta — trasferimento di funzioni dagli enti pubblici ai poteri locali, crisi finanziaria dello Stato, privatizzazioni, concorrenza e mercato come sommi valori apportati dall’unione europea, regolazione dell’economia in luogo dell’imprenditoria di Stato, promozione del “terzo settore”, assunzione della “sussidiarietà” orizzontale a principio costituzionale — hanno ridimensionato l’amministrazione per enti. La figura metamorfica dell’organismo pubblico in forma privata, nata per eludere la privatizzazione, è, però, divenuta il nuovo paradigma dell’area pubblica, nella veste formale di fondazione o in quella società per azioni, ma sempre nel sostanziale dominio eminente dello Stato. La mappatura delle organizzazioni pubbliche, in forme vecchie o trasmutate (e la parallela lievitazione di alcune categorie di enti privati di utilità sociale) sono oggetto di attenta esplorazione e di analitica classificazione, tese a evidenziare tanto le novità quanto le vischiose continuità.
pagine: 164
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2680-9
data pubblicazione: Settembre 2009
editore: Aracne
collana: Casi e ipotesi | 2
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto