Sistemi elettrici navali
17,00 €
10,2 €
     
SINTESI
Le condizioni d’esercizio di un impianto elettrico a bordo risultano essere molto gravose se rapportate a quelle di un analogo impianto terrestre; infatti, esso è un esempio di rete non prevalente dove il rapporto tra potenza generata e potenza utilizzata dai carichi è molto prossima all’unità anche al variare dei diversi profili operativi. Ciò vuol dire che si possono verificare usualmente forti oscillazioni di tensione e frequenza dovute ad inserzioni di grosse utenze come ad esempio i motori di propulsione. Inoltre, le linee elettriche sono di lunghezza ridotta e di conseguenza le correnti di cortocircuito sono molto sostenute. Pertanto si intuisce come sia la progettazione che la gestione dei sistemi elettrici di bordo in ambito navale richiedano una particolare attenzione ed analisi. Il presente testo riporta in forma compatta una descrizione degli aspetti evidenziati, in particolare nei primi quattro capitoli sono riportati elementi, criteri e metodi progettuali riferiti alla generazione, al dimensionamento ed alla topologia (in termini di distribuzione e configurazione) delle reti elettriche di bordo, mentre nei restanti ultimi due capitoli sono riportati degli elementi utili nell’esercizio dei sistemi elettrici di bordo, quali una panoramica sulle principali problematiche che si riscontrano in campo ed un’analisi sulla misura della qualità dei sistemi elettrici di bordo quale strumento di ottimizzazione del rendimento di impianto e di allungamento della vita media dei componenti di impianto.Antonio Cavallaro è ingegnere elettrico specializzato in progettazione di impianti industriali in media e bassa tensione, progettazione di impianti fotovoltaici connessi alla rete elettrica in media tensione, in misure qualitative dell’energia in ambito industriale. Collaboratore esterno con le cattedre di Misure per la qualità e diagnostica dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Autore di pubblicazioni scientifiche nazionali ed internazionali, è docente a numerosi convegni per la sicurezza degli impianti elettrici.Stefano De Falco è ingegnere elettrico, dottore di ricerca in Ingegneria elettrotecnica, responsabile dell’Ufficio “Ricerca e Trasferimento Tecnologico” del polo delle Scienze e tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, ha collaborato in passato con il Laboratorio di Magnetismo del Dipartimento di Scienze fisiche dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, attualmente collabora con le cattedre di Misure per la qualità e Diagnostica della Università degli Studi di Napoli “Federico II” e “Mediterranea” di Reggio Calabria. è autore di numerosi testi a carattere scientifico didattico e di numerose pubblicazioni scientifiche nazionali ed internazionali. è socio di AEIT, Federazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni e di AIF, Associazione per l’Insegnamento della Fisica.
pagine: 196
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2534-5
data pubblicazione: Marzo 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto