Condillac
20,00 €
12,00 €
     
SINTESI
Il pensiero di Condillac, pur essendo vasto ed articolato, è stato studiato in modo spesso settoriale, privilegiando soprattutto i temi della conoscenza e del linguaggio, per lo più trascurando l’indagine rivolta ad argomenti di tipo storico–politico ed economico. Il corpus condillachiano, in tempi relativamente recenti, si è arricchito di un nuovo testo: una dissertazione sulle monadi nella quale Condillac costruisce una propria ontologia il cui esame getta nuova luce sulla produzione già nota. Questo studio intende presentare un’immagine complessiva della filosofia di Condillac mettendo in relazione le diverse parti della sua opera all’interno della quale, pur nella diversità degli argomenti studiati, si coglie un’unità di fondo manifestata dal costante richiamo a due elementi: il tema del bisogno — che si rivela un concetto problematico e polivalente — e la presenza, spesso nascosta, di un rimando all’ontologia elaborata nella dissertazione sulle monadi. Nel suo insieme il pensiero condillachiano si presenta originale e complesso per il tentativo di far convivere, non senza tensioni e difficoltà, l’empirismo di ascendenza lockiana con il razionalismo di matrice leibniziana, superandone le unilateralità e i rispettivi limiti. Rita Fanari è dottore di ricerca in Storia della Filosofia e collabora con la cattedra di Storia della Filosofia presso il Dipartimento di Filosofia e Teoria delle Scienze Umane dell’Università di Cagliari.
pagine: 316
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-2525-3
data pubblicazione: Marzo 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto