Per una critica della secolarizzazione
22,00 €
13,2 €
     
SINTESI
Il circolo di sacro e secolare si è spezzato. Qui sta il segno inquietante dell’attuale crisi di civiltà. Le magnifiche sorti e progressive della secolarizzazione borghese hanno prodotto questa collettiva perdita di senso del vivere in comune di uomini e donne in carne e ossa. Se ognuno per sé, senza altro oltre, allora non si dà più società. E il futuro è veramente dietro le spalle […]. Alla fine, nel suo esito, questa secolarizzazione si rivela come un enorme potente procedimento di alienazione umana, espropriazione di umanità, che una volta oggettivata non viene restituita, e quindi viene perduta, appropriata da un mondo estraneo e ostile a qualsiasi forma di interiorità. È l’universale borghesizzazione di tutto ciò che è umano: sotto la falsa forma di una crescita esteriore, di condizioni, di comportamenti, di convinzioni, di emancipazioni. L’esatto contrario della libertà è quello che garantiscono oggi i cosiddetti Paesi liberi.
(dalla Postfazione)
pagine: 364
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-2490-4
data pubblicazione: Maggio 2009
editore: Aracne
collana: Studi di filosofia politica e diritto | 2
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto