La conservazione dell’autenticità negli interventi sul costruito a Venezia
15,00 €
     
SINTESI
Ogni città vissuta, inevitabilmente, è sottoposta a trasformazioni in quanto viene mondanizzata dai suoi abitanti. Spetta agli uomini che la vivono stabilire se conservarne la sua autenticità, pur nella trasformazione, oppure trasformarla nella sua sostanza spaziale e funzionale facendola diventare un’altra città. In Parigi, Londra, Berlino, gli interventi Otto e Novecenteschi hanno costituito una radicale trasformazione; a Vienna, Roma, Cracovia, Praga, tali trasformazioni sono avvenute per aggiunta alla parte più antica che pur tuttavia permaneva, seppur accresciuta. Vi sono casi però, come in altre città nelle quali, qualora si voglia conservare l’autenticità della sostanza delle stesse, non solo la trasformazione, ma anche l’accrescimento sono sottoposti a limiti strettissimi. Il caso emblematico è Venezia. La città lagunare è costituita da una forma urbana ed un assetto edilizio compattissimi e solo sui bordi o nel contesto lagunare è possibile una nuova edificazione. In che misura e fino a dove? Gli interventi qui raccolti affrontano questo tema.Emma Calebich è architetto e svolge la sua attività professionale nell’ambito del restauro architettonico. Docente di Storia dell’Arte è anche professore a contratto di Restauro architettonico presso l’Università “IUAV” di Venezia. Le sue pubblicazioni attengono al campo dell’architettura veneziana e a quello del restauro architettonico; tra esse si segnalano: Camillo Boito: contraddizioni e coerenze nella pratica del restauro, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia 2002; Problematicità della conservazione dell’architettura diffusa del Novecento: alcuni casi a Venezia, Editreg, Trieste 2005; Il cinema San Marco di Quirino De Giorgio, Il prato, Padova 2008; La rocca di Noale: un rudere o una lacuna a scala urbana?, Multigraf, Venezia 2008.Contributi di Alvise Benedetti, Stefano Boato, Emma Calebich, Giancarlo Carnevale, Giuseppe Cristinelli, Massimo Favilla, Antonio Gatto, Jukka Jokilehto, Claudio Menichelli, Salvador Perez Arroyo.
pagine: 116
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2429-4
data pubblicazione: Aprile 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto