La politica estera italiana negli anni della Grande Distensione (1968-75)
11,00 €
     
SINTESI
Durante gli anni della Guerra Fredda le relazioni Est–Ovest avevano mostrato momenti di forti contrasti e momenti di riduzione della tensione. Dopo la crisi degli anni 1967–1968, nel mondo occidentale era apparso possibile sostituire la politica del confronto con una nuova politica di distensione mirante a concludere la Guerra Fredda. Questo volume raccoglie gli interessanti frutti di una ricerca elaborata, su nuovi documenti di archivio, da alcuni storici attivi nelle Università di Bari, Lecce, Roma La Sapienza, Roma Tre e arricchita anche dagli studi e dalle preziose testimonianze di storici stranieri e di alcuni diplomatici che avevano contribuito a consolidare quelle speranze. Sono affrontati temi di politica e di storia parlamentare, prevalentemente relativi a Romania, Bulgaria, Jugoslavia, Italia, Vaticano, Iran, Iraq, Canada e Stati Uniti.Pia G. Celozzi Baldelli è professore di Storia e Istituzioni nord­americane e di Storia e Multimedialità, presso l’Università di Roma Tre. Fra le sue pubblicazioni: Richard M. Nixon. Una politica americana per l’Europa e il Medio Oriente (1969–1970), Gangemi Ed., Roma 2006; L'Italia e la Crisi Balcanica, Congedo Ed., Lecce 2000; Arbitrati e Politica di Potenza, La Sapienza Ed., Roma 1990 (Premio Marrano 1991), trad. americana, Edwin Mellen Press, New York 1998; Nixon e il Nuovo Internazionalismo, Ed. Ambrosini, Roma 1981; L’era dei negoziati nella pubblicistica mondiale (1969–1971), Ed. Ministero Affari Esteri, Roma 1972.
pagine: 168
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2340-2
data pubblicazione: Marzo 2009
editore: Aracne
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto