Eidos tra diversità e molteplicità
Uno studio dal Parmenide di Platone
11,00 €
6,6 €
     
SINTESI
«Come può una unità assoluta, ossia, un ente "in sé e per sé", che in quanto tale è chiuso in se stesso e separato da ogni tipo di diversità e di molteplicità, essere al tempo stesso, partecipata da una molteplicità eterogenea di enti, e continuare ad essere una unità?». Questa è la difficoltà centrale implicata nel rapporto uno-molti che motiva la riflessione, affrontata da Platone nel Parmenide, sui modi di essere tanto dell'unità quanto della molteplicità. Per superare tale difficoltà è necessario, infatti, rintracciare una via che consenta di costruire in modo affidabile e coerente le condizioni di possibilità di un rapporto tra l'unità e la molteplicità, e questo comporterà un approfondimento sui modi possibili di essere unità da un lato, e di essere molteplicità dall'altro, a partire dal quale, Platone ci condurrà, proprio con il Parmenide, ad una nuova interpretazione sia di tali enti che del loro rapporto.Emanuela Cardelli ha studiato a Roma, presso l'Università di "Roma Tre" dove, nel 2007, ha conseguito la laurea in Filosofia. Attualmente collabora con il prof. Alberto Gessani.
pagine: 160
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-2235-1
data pubblicazione: Dicembre 2008
editore: Aracne
collana: Hermes | 8
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto