Risorse per lo sviluppo locale
18,00 €
     
SINTESI
Tra il 1970 e il 1990, le città industriali di buona parte dei paesi avanzati hanno subito una progressiva degradazione del tessuto urbano a causa, innanzitutto, della crisi delle grandi fabbriche. Le aree dismesse dalle attività produttive hanno cominciato, di conseguenza, a presentarsi come problema di primo piano. è stato ben presto evidente, tuttavia, che i “vuoti,” accanto all’aspetto problematico, possiedono grandi potenzialità positive, poiché si presentano come occasioni per ripensare la città sulla base di uno sviluppo sostenibile. Il testo richiama l’attenzione sui Campi Flegrei, i quali rivestono un carattere originale perché i “vuoti locali” non sono solo il frutto della deindustrializzazione e della riorganizzazione spaziale delle attività umane, ma anche conseguenza di fenomeni naturali legati alla struttura vulcanica del territorio. Anna Maria Frallicciardi è professore di Geografia dell’Ateneo “Federico II” di Napoli e docente del corso di Perfezionamento “Gestione e Controllo dell’Ambiente”. L’attività scientifica degli ultimi anni è rivolta ai problemi delle aree urbane e al ruolo delle campagne nei processi di cambiamento e di sviluppo. Tra i lavori recenti Cambiamento e uso del suolo nella fascia costiera campana (2000); Itinerari di Geografia fra tradizione e cambiamento (2003); I Parchi Nazionali: il Vesuvio” (2006); Periurbanizzazione e spazi rurali (2008).Marcello D’Anna, laureato in Lettere ed esperto di GIS (Geographical Information System) collabora con il DADAT dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Ha collaborato al volume I Parchi Nazionali, Il Vesuvio (2006).
pagine: 160
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2148-4
data pubblicazione: Novembre 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto