Pietro Abelardo e la riscoperta della filosofia
Percorsi intellettuali nel XII secolo tra teologia e cosmologia
19,00 €
11,4 €
     
SINTESI
È qui focalizzato il percorso filosofico che conduce Abelardo dalla logica alle Theologiae e da queste ultime alle feconde curiosità fisico–cosmologiche dei suoi ultimi anni. Per questo si può dire che il Palatino esprime l’esigenza di un sapere organico; nella sua visione, le arti del “trivio” costituiscono una sorta di “discorso sul metodo”, condizione necessaria e sufficiente e contenuto qualificante della filosofia, e la teologia è “filosofia prima”, in quanto si occupa del modo in cui le strutture logico–ontologiche possono rivelarsi utili alla pensabilità, seppure meramente congetturale, di Dio e conducono all’etica e alla scienza della natura. Inoltre questa impostazione consente di guardare “oltre” il pensiero di Abelardo, e quindi di apprezzare il suo ascendente su chi, seppure su posizioni diverse, aderisce alla prospettiva razionalizzante che egli rappresenta.
pagine: 352
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-2052-4
data pubblicazione: Settembre 2008
editore: Aracne
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto