Competitività del Sistema Italia e deficit di innovazione
9,00 €
5,4 €
     
SINTESI
Negli ultimi anni le performance del Sistema Italia sono state costantemente al di sotto di quelle riscontrabili nei Paesi ritenuti nostri principali concorrenti. La causa è individuata, da più parti, nella stagnante dinamica della produttività, che a sua volta sembrerebbe dipendere dal perdurante deficit italiano in termini di innovazione. Nel presente studio abbiamo tentato di circoscrivere in modo opportuno questo multiforme concetto, dedicando particolare attenzione agli aspetti definitori e all’informazione statistica disponibile per la sua misurazione; ne scaturisce una rappresentazione estremamente articolata della realtà, all’interno della quale il ritardo dell’Italia appare consistente non solo nei livelli assoluti (e questo non è certo una novità), ma soprattutto nell’approccio culturale nei confronti di un’attività, quella innovativa, che si presenta sempre più come il principale driver per la crescita economica di un Paese.Andrea Ciccarelli è ricercatore di Statistica Economica nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo, presso la quale tiene i corsi di Controllo statistico e valutazione dei servizi e Controllo statistico e valutazione dei sistemi e degli eventi turistici. I suoi interessi di ricerca vertono sul mercato del lavoro, la competitività e l’analisi dei sistemi economici e sociali locali.
pagine: 212
formato: 12 x 17
ISBN: 978-88-548-2005-0
data pubblicazione: Settembre 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto