Classe politica, forme di governo e gabinettismo
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Nel nostro Paese la dirigenza amministrativa non viene considerata come parte integrante delle classi dirigenti. Di contro, il ceto politico è da sempre sospettoso verso la burocrazia che custodisce la propria separatezza mediante procedure tortuose e oscure. In realtà la burocrazia ha costruito, nei confronti del corpo politico, un solido potere di interdizione. Il ceto politico ha reagito alla progressiva chiusura dell’alta burocrazia mediante la proliferazione negli apparati statali di incarichi di staff, ricoperti nella stragrande maggioranza dei casi da persone esterne agli apparati: capi di Gabinetto e capi degli Uffici legislativi provenienti dai ranghi della magistratura amministrativa e di quella contabile, nonché dalle fila dell’Avvocatura dello Stato. A queste figure istituzionali si è progressivamente aggiunto un crescente numero di consiglieri di estrazione varia e dai compiti sempre meno definibili. Tutto ciò ha contribuito a creare un duplice effetto (negativo) di sovrapporre l’azione dei Gabinetti a quella delle strutture di line e di separare il responsabile politico dall’alta dirigenza.Corrado Cavallo, nato nel 1968, si è laureato in Scienze politiche alla “Sapienza” Università di Roma. Cultore della Materia presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in storia delle istituzioni e sui processi di formazione della classe politica e amministrativa in epoca contemporanea pubblicando su «Nuova Rassegna» (Ed. Noccioli) vari saggi. Di recente ha pubblicato con Aracne varie monografie.
pagine: 184
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-1961-0
data pubblicazione: Agosto 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto