Istituzioni politiche e istituzioni culturali nella Sicilia della tarda età moderna
14,00 €
     
SINTESI
Protagonisti di questo volume sono le Accademie e gli accademici della Sicilia del Settecento. Attraverso alcune ricerche intorno a fatti e personaggi significativi di quel mondo, si cerca di contribuire ad una migliore intelligenza del ruolo svolto dalle Accademie nel percorso culturale e politico-istituzionale della Sicilia del diciottesimo secolo: angolature differenti, finestre affacciate su una realtà mai univoca, bensì, composta da luci e ombre, fra conservazione e innovazione inevitabilmente connesse alla vita politica e culturale isolana.Carmen Trimarchi, dottore di ricerca in Storia delle istituzioni politiche e giuridiche dell'età medievale e moderna, fruisce di una borsa di post–dottorato dell'Università di Messina presso il Dipartimento di Storia e comparazione degli ordinamenti giuridici e politici. Tra i suoi lavori più recenti: I primi statuti dell'Accademia palermitana del Buon Gusto (1721), in Gli Statuti universitari. Atti del Convegno internazionale di studi Messina–Milazzo, 13–18 aprile 2004, a cura di Andrea Romano, Clueb, Bologna 2007; Tra Accademie e Università. Qualche nota sull'insegnamento del diritto nella Sicilia del Settecento in La storia delle Università alle soglie del XXI secolo. Atti del Convegno internazionale di studi. Aosta, 18–20 dicembre 2006, a cura di Paolo Gheda, Maria Teresa Guerrini, Simona Negruzzo, Simona Salustri, Clueb, Bologna 2008.
pagine: 204
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1933-7
data pubblicazione: Marzo 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto