L’Aquila spagnola
22,00 €
     
SINTESI
Ai confini del Regno di Napoli la città dell’Aquila, al centro della Via degli Abruzzi, rappresenta un teatro di trasformazioni importanti nell’età spagnola, che riflette e proietta i paradigmi che gli studi storici hanno rilevato negli ultimi decenni per molte realtà urbane d’antico regime. Il rapporto conflittuale con il contado, la formazione dei ceti dirigenti tra governo dele Arti e Regno di Napoli, la nascita della coscienza nobiliare, la corte rinascimentale di Margherita d’Austria, le espressioni culturali e religiose delle élite tra Accademie, Gesuiti, confraternite e monasteri, racchiudono i segni di percorsi di identità in cammino che, al di là della categoria dell’antispagnolismo, mostrano i segni delle complesse articolazioni di nuove reti di convivenze, oltre che di conflitti, che connotarono l’affresco della storia della Monarchia spagnola. Il libro colma un vuoto storiografico e apre numerose e interessanti piste di ricerca.Silvia Mantini insegna Storia Moderna all’Università dell’Aquila. Si è occupata di rapporti tra dinamiche del potere e comportamenti sociali in antico regime, conducendo studi su istituzioni e società tra Cinquecento e Seicento, sulle corti e cerimoniali del Rinascimento, sulla storia dell’Aquila e l’età spagnola. Ulteriore campo di ricerca è stato la storia di genere nel quale ha presentato studi su riviste nazionali e internazionali. Tra le sue pubblicazioni: Lo Spazio sacro nella Firenze medicea. Trasformazioni urbane e cerimoniali pubblici tra ’400 e ’500, Firenze 1995; Margherita d’Austria (1522–1586). Costruzioni politiche e diplomazia tra corte Farnese e monarchia spagnola, a cura di, Roma 2004; Harem. Un mondo di donne, Firenze 1998.
pagine: 404
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1882-8
data pubblicazione: Maggio 2009
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto