Dove il tempo è un altro
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Il volume si propone di delineare gli aspetti centrali dell’esperienza artistica di quattro grandi scrittrici italiane del Novecento: Gianna Manzini, Anna Maria Ortese, Amelia Rosselli, Jolanda Insana. In ogni saggio viene individuato il rapporto di queste esperienze con le coeve correnti europee, in una dimensione sovranazionale che mira a una revisione critica del loro percorso, in un continuo confronto con il “canone novecentesco”. Una particolare attenzione è dedicata alla ricerca di tematiche e di aspetti comuni: la sperimentazione linguistica, nonché la contaminazione di generi e linguaggi molteplici, l’effetto di straniamento sul lettore, il sovvertimento del rapporto tra realtà e irrealtà, la condizione storica e metaforica del “soggetto esiliato”, la ricerca di inedite ?gurazioni allegoriche dell’intellettuale-donna, gli effetti del trauma storico della seconda guerra mondiale, una sorta di “revisionismo mitico”, in grado di esprimere l’intento di denuncia nei confronti della società contemporanea.Monica Venturini è nata a Roma, dove vive e lavora. Si è laureata in Lettere presso la “Sapienza” Università di Roma con una tesi sull’opera poetica di Jolanda Insana e ha conseguito, poi, il dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Siena, nel 2007, con una tesi sull’opera di Amelia Rosselli. Attualmente è assegnista presso l’Università degli Studi Roma Tre.
pagine: 236
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1831-6
data pubblicazione: Luglio 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto