Il trasferimento della residenza fiscale nell’imposizione sui redditi
Profili critici e ipotesi ricostruttive
35,00 €
21,00 €
     
SINTESI
Il tema del trasferimento della residenza fiscale è di grande attualità e altrettanta complessità. La sua attualità deriva dalla centralità che il fenomeno della mobilità di individui e società assume nell’ormai inarrestabile processo di integrazione economica mondiale, che solleva con cadenza quotidiana problemi inediti ai quali il diritto, anche tributario, deve saper rispondere in una prospettiva di indagine che spesso non è quella tradizionale. La sua complessità deriva invece dalla dimensione marcatamente orizzontale del tema, che coinvolge numerose branche del diritto, con i problemi di coordinamento che ne derivano: dal diritto costituzionale al diritto civile, dal diritto internazionale privato al diritto penale, dal diritto internazionale al diritto comunitario. Terreno, questo, già di per sé straordinariamente articolato, sul quale si innestano le problematiche squisitamente tributarie. In tale prospettiva, il lavoro svolge un’analisi a tutto campo: esso muove dal contesto normativo in cui il tema si colloca per delineare immediatamente le possibili interazioni tra fonti nazionali, comunitarie e internazionali e i vincoli al legislatore e all’interprete che da esse derivano; passa poi ad affrontare il tema dei criteri di collegamento relativi alla residenza delle persone fisiche e delle società nell’ottica del trasferimento della residenza medesima; si sofferma successivamente sui problemi relativi al c.d. “elemento temporale”; indaga poi sui profili procedimentali e probatori del trasferimento di residenza, soprattutto in relazione alle numerose norme antielusive o antievasive esistenti nel nostro ordinamento tributario; si sofferma, infine, sui profili del trasferimento relativi alla determinazione del reddito di impresa, con particolare riferimento alle plusvalenze latenti.

Giuseppe Melis è professore associato di Diritto tributario nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Molise e docente di Diritto tributario internazionale e comunitario nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università “LUISS Guido Carli”. È autore della monografia L’interpretazione nel diritto tributario (CEDAM, 2003), nonché di numerosi articoli e note in materia tributaria.
pagine: 708
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1820-0
data pubblicazione: Giugno 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto