Le qualifiche pubblicistiche nel diritto penale dell’impresa
10,00 €
6,00 €
     
SINTESI
Il processo di privatizzazione che ha modificato la natura dei più importanti enti pubblici economici, se per certi versi sembra esser stato ormai assorbito nell’assetto dell’ordinamento generale, non ha eliminato, tra gli altri, il problema penale della titolarità delle qualifiche pubblicistiche in capo agli operatori economici; rimanendo da chiarire se, su quali presupposti e in qual misura debbano considerarsi ormai dismesse come effetto della nuova struttura societaria degli enti o comunque per il carattere privatistico della loro attività. Nell’approfondire l’argomento, il volume analizza anche la nuova questione della qualifica “economica” o “non–economica” degli enti pubblici, nei termini in cui si rivela essenziale per l’applicazione agli enti dalla disciplina della responsabilità amministrativa da reato. Silvia Massi esercita la sua attività di ricerca presso l’Università degli Studi “Roma Tre”. Ha già pubblicato una monografia dal titolo Qui in corruptione versatur etiam pro licito tenetur. ‘Offesa’ e ‘infedeltà’ nella struttura della corruzione propria” (2004) ed altra dal titolo La fattispecie ‘in divenire’ nella disciplina della legge penale nel tempo (2005). Ha anche pubblicato saggi in materia di peculato e genocidio.
pagine: 168
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1781-4
data pubblicazione: Giugno 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto