L'adozione, le radici dell'appartenenza
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
L'adozione si caratterizza come un istituto giuridico che regola l'ingresso in una famiglia di un minore, dichiarato adottabile perché "privo di assistenza morale e materiale" da parte di chi, per legge, sarebbe tenuto a provvedervi. Al di là delle complesse implicazioni giuridiche, la caratteristica dell'evento adottivo, quando diviene reale filiazione affettiva, consiste nella possibilità di affondare le radici di appartenenza reciproca non in fatti biologici, ma in fatti psicologici; in tal senso il processo adottivo è un fatto mentale, attraverso il quale gli adulti diventano genitori e i bambini diventano figli. Il compito della famiglia adottiva è un compito più arduo di quella naturale: creare un vissuto di appartenenza e di familiarità, dovendo fare a meno dei momenti naturali, che riguardano l'attesa, la gravidanza, il parto, il primo accudimento, e tenendo presente la diversità delle precedenti esperienze vissute, specie dal bambino. Per queste ragioni, il libro si presenta come uno strumento di grande utilità rivolto sia agli operatori che ai genitori adottivi, impegnati quotidianamente nel processo di presa in carico di questi bambini.
pagine: 188
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-1755-5
data pubblicazione: Maggio 2008
editore: Aracne
collana: Psicologia clinica e psicoterapia | 21
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto