Carlo Piaggia
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
Questo volume è dedicato al viaggiatore lucchese Carlo Piaggia che nella seconda metà dell’Ottocento più volte visitò l’Africa e vi soggiornò mosso verso questo paese lontano dall’interesse per l’avventura, il viaggio e la curiosità nei confronti della vita di popoli diversi. Di questo “andare lontano” egli ha lasciato diverse testimonianze: le sue memorie di viaggio, i suoi articoli e le sue collezioni di oggetti. Piaggia, per la sua estrazione sociale modesta e la scarsa preparazione culturale, si presenta subito come un viaggiatore anomalo rispetto ad altri suoi connazionali, tuttavia con questi condivide il momento storico in cui la loro storia di viaggio è ambientata. Siamo nel periodo in cui le scienze umane si stanno lentamente affermando nel panorama italiano e nel tempo porteranno alla nascita di una “vera” antropologia culturale. Se questi primi viaggiatori, dalle provenienze e formazioni variamente diversificate, non furono antropologi, si può tuttavia affermare che con loro, nel secondo Ottocento, l’antropologia non fisica italiana definisce le sue premesse e condizioni di pensabilità. Emanuela Rossi, dottore di ricerca in Scienze etnoantropologiche, svolge attività didattica e di ricerca presso la cattedra di Antropologia Culturale dell'Università degli Studi di Firenze. Si occupa soprattutto di antropologia dei musei e del patrimonio e di storia del collezionismo etnografico. Collabora con diverse riviste del settore. Ha pubblicato, con Pietro Clemente, Il terzo principio della museografia (Carocci, 1999) e, più di recente, il volume Passione da museo. Per una storia del collezionismo etnografico: il Museo di Antropologia di Vancouver (Edifir, 2006).
pagine: 192
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-1690-9
data pubblicazione: Aprile 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto