La fortuna della Gerusalemme Liberata nella pittura napoletana tra Seicento e Settecento
16,00 €
     
SINTESI
Il volume rappresenta un contributo alla conoscenza dell’interrelazione tra poesia e pittura a Napoli tra Sei e Settecento. L’analisi delle proposte iconografiche formulate dagli artisti napoletani in merito agli episodi della Gerusalemme Liberata ha fornito occasione sia per valutare l’affermazione del poema tassesco in ambito partenopeo (soprattutto riguardo alla riproposta de Lo Tasso Napoletano di Gabriele Fasano del 1689), sia per considerare il progressivo distacco dei maggiori pittori napoletani dalle proposte originarie formulate da Bernardo Castello nella prima edizione illustrata (1590). Un singolare approfondimento è rivolto al circolo letterario della duchessa di Laurenzano, Aurora Sanseverino, che ebbe un ruolo fondamentale nel favorire le relazioni tra letterati e artisti nella prima metà del Settecento.Valentina Lotoro, dottore di ricerca in Storia dell’Arte, collabora con la cattedra di Iconografia e Iconologia dell’Università di Salerno. Ha rivolto i propri interessi alla pittura profana del De Matteis e ha partecipato alle mostre “Metamorfosi del Mito” (2003) e “Il collezionismo dei Ruffo” (2005).
pagine: 276
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1660-2
data pubblicazione: Marzo 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto