Nucleare e biopolimeri
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
Nel Novecento, l’energia nucleare e i biopolimeri sono stati oggetto di ricerche scientifiche di eccezionale impegno e durata, senza eguali in assoluto. Come lo sfruttamento dell’energia nucleare è derivato dall’accesso al nucleo atomico e dallo sviluppo di materiali tecnologicamente avanzati, così il benessere è derivato dalle conoscenze biochimiche dei biopolimeri che stanno alla base della vita nella fecondazione e nello sviluppo, e che consentono le applicazioni della genetica, della diagnostica, e della moderna medicina. Il mondo attuale vede risorse energetiche e benessere sempre più interdipendenti, e richiede saggezza per trovare soluzioni pacifiche a problemi imprevisti di indole demografica, ecologica e climatica. Con rigore storico e scientifico, Nucleare e biopolimeri esamina il significato del pensiero di grandi inventori del Novecento, per derivarne ispirazione e incoraggiamento. Trovano spazio anche gli aspetti umani e contingenti che hanno portato gli scienziati alla rinomanza, o che li hanno forzati a interrompere ricerche e studi a seguito di deportazioni, esili e persecuzioni. Queste narrazioni si innestano sulla storia della riscoperta della chitina, il biopolimero più antico, abbondante e benefico, rimasto trascurato per un secolo e mezzo fino agli anni Settanta. Oggi occorrono inventori con grandi capacità di prevedere gli effetti delle applicazioni pratiche, ma ben poco resta della preminenza delle università italiane di inizio Novecento.Riccardo Muzzarelli è dottore in Chimica, specialista in Tecniche radioisotopiche, libero docente in Radiochimica e professore ordinario di Enzimologia. È autore o curatore di 17 libri pubblicati da Pergamon Press, Plenum Press, Birkhauser Verlag e altri, e primo autore di oltre 300 articoli o capitoli su caratterizzazione e usi biomedici di chitine e altri biopolimeri. Già funzionario Euratom in Belgio, ha insegnato nelle Università di Sherbrooke (Canada), Ancona, Bologna e Padova. Discende dalla famiglia di Giulio Bizzozero, scopritore delle piastrine del sangue e fondatore dell’istologia italiana.
pagine: 288
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1635-0
data pubblicazione: Febbraio 2008
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto