Metodologie e strumenti progettuali per “contesti sensibili”: siti archeologici e complessi industriali
19,00 €
     
SINTESI
Il volume raccoglie gli esiti di quattro ricerche condotte nell’ambito del dottorato in Tecnologie dell’Architettura e dell’Ambiente coordinato da M.I. Amirante presso la Seconda Università degli Studi di Napoli. I beni archeologici e gli edifici industriali sono i campi di applicazione su cui sono state sperimentate dagli autori metodologie di progetto e di gestione finalizzate alla valorizzazione di tali tipologie di patrimonio. Il delicato tema della gestione dei beni archeologici viene affrontato da Mah.d Arinat e Caterina Frettoloso con l’intento di innovarne i processi e le strategie di approccio attraverso due declinazioni: l’elaborazione di linee guida per il management di siti archeologici in condizioni di scarsità di risorse e la messa a punto di metodologie integrate per la fruizione. Il recupero in chiave energeticamente sostenibile degli edifici industriali, finalizzato ad un uso residenziale, è l’oggetto della proposta di Manuela Musto, mentre, la definizione e la costruzione di una griglia di indicatori di supporto alla progettazione ecocompatibile di un involucro industriale prefabbricato sono gli argomenti chiave affrontati da Angela D’Angelo.Coordinamento scientifico di Maria Isabella Amirante.
pagine: 312
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-1322-9
data pubblicazione: Dicembre 2007
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto