Fonti e strutture per la conoscenza del sistema idrico di Roma nel Medioevo
46,00 €
     
SINTESI
L’acqua a Roma in epoca medievale (X-XIV secolo) è tema complesso e finora poco studiato o considerato solo di sfuggita in contributi d’altro taglio (storico e topografico). Su questo terreno, di accresciuto interesse recentemente, il presente libro offre una qualche novità: quella della metodologia che mette a confronto la realtà archeologica con dati geofisici, con fonti archivistico-documentarie e giuridiche, con spunti toponomastici e con materiali cartografici e iconografici, tutti sistematicamente incanalati a ricreare quel contesto storico, socio-economico e strutturale entro cui inquadrare il sistema idrico dell’Urbe in età medievale, che si rivela essere di sorprendente vitalità e di ingegnosa sussistenza di antichi impianti idrici d’epoca romana. Prefazione di Elisabetta De Minicis.Giorgia Maria Annoscia è archeologa, formatasi in Archeologia medievale presso l’Università di Roma “La Sapienza” (Laurea e Specializzazione), e Dottore di Ricerca in Archeologia medievale presso l’Università dell'Aquila. Attualmente è Cultore della Materia presso la cattedra di Topografia medievale dell’Università di Roma “La Sapienza” al cui interno svolge anche attività di scavo e di ricerca. Ha al suo attivo una decina di articoli pubblicati su vari manufatti del sistema idrico d'età medievale e su altri temi di archeologia (ceramica, rifiuti).
pagine: 404
formato: 21 x 29,7
ISBN: 978-88-548-1290-1
data pubblicazione: Agosto 2007
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto